Arance Washington Navel | i Frutti Della Terra

Vuoto

Totale: 0,00 €

i Frutti Della Terra

Ortaggi e frutta di stagione a domicilio ogni settimana

Arance Washington Navel

2,50 €

Arance Washington Navel

Prezzo al kg
Categoria prodotto: 

Le nostre arance Washington Navel sono coltivate negli agrumeti biologici di Noto (Siracusa).
Vengono raccolte e subito spedite senza alcun trattamento.
Hannno colorazione e dimensioni variabili perchè vengono spedite direttamente dall'agrumeto senza subire alcun processo industriale.
La raccolta avviene generalmente tra domenica e lunedì per poter avere le arance nella cassetta del mercoledì sera.

Le arance Washington Navel appartengono al gruppo delle arance bionde ombelicate, per il caratteristico "ombelico" (in inglese "navel") nella estremità inferiore che le caratterizzano ed identificano in tutto il mondo come arancia di qualità ottima come frutta e spremuta.
I frutti, di forma sferica, colore arancio e pezzatura media grossa, hanno la polpa fine e soda, di straordinaria qualità e senza semi.
Il contenuto in succo è intorno al 40%, con equilibrato rapporto tra zuccheri ed acidi che ne caratterizzano l'ottima qualità organolettica.

Principali caratteristiche del profilo sensoriale:

  • buona croccantezza e persistenza gustativa, con dissolvenza delle membrane delle vescicole che racchiudono il succo, che la rendono particolarmente indicata per il consumo come frutta fresca;
  • elevata “dolcezza”, assenza di amaro;
  • equilibrio nei sentori degli aromi e dei flavour (agrume, frutta esotica e vaniglia).

Tali caratteristiche la rendono unica e ne caratterizzano la specificità, dovuta anche all’elevato rapporto solidi solubili/acidi.

La maturazione avviene interamente sull'albero in modo assolutamente naturale per avere la massima qualità organolettica e per garantire il pieno apporto di vitamina C: il contenuto in vitamina C di un'arancia varia da 80-100 mg nell'arancia maturata sul'albero fino ai soli 4 mg in arance colte acerbe e fatte maturare dopo la raccolta...

Si possono aggiungere alla cassetta standard oppure acquistare a cassette intere da 10 kg.

Qui sotto una breve nota sulla COLORAZIONE delle ARANCE.

La COLORAZIONE ROSSA dell'ARANCIA dipende da particolari sostanze, gli antociani o antocianine, il cui contenuto varia a seconda della cultivar e delle condizioni ambientali.

Le arance soggette a stress termico per difendersi dalle condizioni ambientali sfavorevoli producono una maggiore quantità di sostanze protettive, e tra queste gli antociani (antiossidanti molto potenti).
Un'altra sostanza prodotta a seguito dello stress termico è la vitamina C, e si ritiene che anche il contenuto di vitamina C sia legato alle particolari condizioni di coltivazione necessarie per lo sviluppo della tipica colorazione rossa delle arance.
Lo stesso vale per le altre sostanze antiossidanti presenti in tutte le arance, ma che troviamo a concentrazione più alta nelle arance rosse: flavanoni (esperidina e narirutina) e acidi idrossicinnamici (caffeico, cumarico, ferulico, sinapico).

Non bisogna valutare la maturazione di un’arancia dal colore della buccia.
Molte arance rimangono verdi anche quando hanno raggiunto la piena maturazione, ed in molti paesi vengono tranquillamente vendute verdi senza problemi.

Nei climi più temperati la buccia diventa arancione quando rinfresca, mentre nei paesi dove fa sempre caldo la clorofilla non si distrugge e i frutti rimangono verdi.
Se nessuno la raccoglie, un’arancia può rimanere sull’albero anche fino alla stagione successiva e in quel periodo le fluttuazioni nella temperatura possono farla passare dal verde all’arancione e poi di nuovo al verde senza influire sulla qualità o sul gusto.

In Italia siamo abituati a frutti dai colori arncio/rosso perché gli sbalzi termici sono in genere notevoli. Ma non è sempre così! Quest’anno, ad esempio, il freddo tarda ad arrivare e le arance siciliane non hanno ancora preso la colorazione vivace cui siamo abituati.

Le arance siciliane in particolare si differenziano per l'influenza del fattore climatico sulla concentrazione di antocianine.
Le condizioni che esaltano la produzione di antocianine dell'arancia rossa si trovano nei climi secchi, con elevate escursioni termiche tra il giorno e la notte durante il periodo critico per la comparsa del colore rosso del frutto, cioè il tardo autunno e l'inizio dell'inverno.

Il metodo più utilizzato per ottenere la colorazione artificiale delle arance prevede l’irrorazione con gas etilenico, un sottoprodotto dell’industria petrolifera usato principalmente nella produzione della plastica.
Questo gas elimina il naturale strato verde all’esterno dell’arancia facendo affiorare il colore che ci è più familiare.
Il gas etilenico è inodore ed insapore e non è dannoso alla salute (per fortuna!) ma certamente non è molto “naturale”... a meno che questo gas proprio sia quello che si sprigiona dalla maturazione contemporanea delle arance con altri frutti - come si faceva una volta in campagna, quando alcuni frutti (cachi) venivano posti a maturare insieme ad altri (mele).
Ma probabilmente non è questo il processo utilizzato oggi dall’industria!
A noi non resta che provare: sarà sufficiente mettere in una pentola chiusa qualche arancia “pallida” e qualche mela, attendere qualche giorno e vedere cosa succede: avrete arance colorata dopo la raccolta in modo “naturale”.

Le arance ROSSE differiscono da quelle GIALLE per il colore della polpa, che varia dall'arancio scuro fino al rosso acceso.
Le tre varietà di arance rosse più conosciute e diffuse sono Tarocco, Moro e Sanguinello.
Le arance Moro sono le più pigmentate, seguono il Sanguinello e infine il Tarocco.